Guerra

Shingeki no Kyojin

Diverse centinaia di anni fa, la razza umana fu quasi sterminata dai giganti. Si racconta di quanto questi fossero alti, privi di intelligenza e affamati di carne umana; peggio ancora, essi sembra divorassero umani più per piacere che per necessario sostentamento. Una piccola percentuale dell'umanità però sopravvisse asserragliandosi in una città circondata da mura estremamente alte, anche più alte del più grande di giganti. Elen è un adolescente che vive in questa città, dove non si vede un gigante da oltre un secolo. Ma presto un orrore indicibile si palesa alle sue porte, ed un gigante più grande di quanto si sia mai sentito narrare, appare dal nulla abbattendo le mura ed imperversando assieme ad altri suoi simili fra la popolazione. Elen, vinto il terrore iniziale, si ripromette di eliminare ogni singolo gigante, per vendicare l'umanità tutta.

Maoyuu Maou Yuusha

L’opera si incentra su Maou, la regina dei demoni, e l’eroe umano Yuusha. I due vivono in un modo nel quale umani e demoni sono in continua e brutale lotta tra loro. Yuusha affronta Maou a viso aperto riguardo alla inutile crudeltà della guerra, a sua detta causata dai demoni. Ma la regina ribatte che la guerra non è dannosa, piuttosto stimola il progresso e la collaborazione tra gli uomini. Inoltre la guerra è addirittura necessaria ad evitare che gli umani sfoghino i loro più bassi istinti contro se stessi in una truculenta guerra civile. In questa visone delle cose la lotta contro i demoni è il minore dei mali. Yuusha rimane persuaso dai ragionamenti di Maou e decide di aiutarla a scongiurare il maggiore dei mali.